In questa pagina vi spiegheremo cosa è il Colesterolo HDL e perche viene considerato il Colesterolo Buono

Il Colesterolo corrente nel sangue è preparato per l’80% dal fegato, mentre il residuo 20% lo si ricava dagli alimenti. Il Colesterolo (il quale non è un grasso tuttavia un alcole, come la cera) non è decomponibile, ed ha dunque necessità di speciali proteine le quali consentano di trasportarlo nel profluvio ematico e “consegnarlo” ai tessuti i quali ne hanno necessità. Queste proteine “da transito” si chiamano Colesterolo HDL, Colesterolo LDL, Colesterolo IDL, Colesterolo VLDL ed congiuntamente al principale trasportano anche i Trigliceridi (i lipidi i quali dovrebbero essere necessario per l’energia).

Ma ora veniamo nello specifico al Colesterolo HDL (high-density-lipoprotein) lipoproteine ad alta densità:

Le proteine HDL hanno la funzione di prelevare il colesterolo dai tessuti riportarlo al fegato infatti viene considerato Colesterolo Buono, perché lo asportano dalle cellule portandolo al fegato ostacolando la formazione delle placche.

Valori ottimi del Colesterolo hdl:

Per quanto riguarda i valori assoluti, i livelli di colesterolo vengono generalmente interpretati, in relazione al rischio cardiovascolare, secondo i dati sottostanti:

Colesterolo HDL (valori in mg/dl)
> 60 desiderabile, rischio minimo
> 50 (< 60) leggermente basso, rischio lieve
> 40 (< 50) basso, rischio aumentato
< 40 molto basso, rischio elevato

Inoltre il valore assoluto dell’HDL dipende da un valore basale del soggetto:
Possiamo dire con certezza che l’esercizio fisico aumenta tale valore in modo dipendente dalla quantità di esercizio svolto, ma se l’esercizio è sotto un certo grado di intensità e di frequenza l’aumento è minimo.

Condividi l'articolo con i tuoi amici:

Postato nella categoria Colesterolo, Hdl |